Google Search Control: cos’è e perchè sfruttarla

Google Search Control: cos’è e perchè sfruttarla

5 Novembre 2021 0 By francesco

Se si possiede un sito web uno degli strumenti divenuto imprescindibile è la console che Google mette a disposizione. Google Search Console è un servizio completamente gratuito offerto dal colosso statunitense che ti consente di monitorare e gestire la presenza del tuo sito nei risultati della Ricerca Google, nonché di risolvere eventuali problemi. Con la Google search console puoi ottimizzare il sito web in ogni suo aspetto, un ‘azione che ti permetterà di migliorare anche la SEO visto che ti consente di comprendere e migliorare il modo in cui Google vede il tuo sito. Uno strumento utile e completamente gratuito che offre strumenti e dati per andare a correggere errori che potrebbero penalizzare il tuo sito web. 

Grazie a Google Search Console potrai :

  • Risolvere errori di struttura e di indicizzazione: verifica che Google riesca a trovare il tuo sito e che i crawler lo visualizzino e analizzino nel modo corretto . Potrai risolvere anche i  problemi di indicizzazione e richiedere una nuova indicizzazione dei contenuti nuovi o aggiornati.
  • Ottimizzare velocità e usabilità: visualizzando dati strutturati sul traffico della Ricerca Google relativi al tuo sito come la frequenza di visualizzazione del tuo sito nella Ricerca Google, per quali query di ricerca viene mostrato il tuo sito e la frequenza di click-through degli utenti.
  • Visualizzare eventuali problemi: riceverai avvisi quando Google riscontra problemi di indicizzazione, spam o di altro tipo sul tuo sito.
  • Controllare i link: ti verranno mostrati i siti che rimandano tramite link alle tue pagine.
  • Risolvere problemi relativi ad AMP: ottimizzare il sito per dispositivi mobili ed aggiungere altre funzionalità di ricerca adattabili.

Come iniziare ad utilizzare Google Search Console

Per accedere alla Google Search Console devi avere un account gmail e un sito da monitorare; potrai collegare il sito utilizzando uno dei seguenti medoti:

  • Caricamento HTML;
  • Inserimento tag nel codice;
  • Record DNS;
  • Codice di google analytics;
  • Codice di google tag manager;
  • altre proprietà di google: blogspot, google site, google domains.

Una volta effettuato l’accesso e dopo aver collegato il sito avrai accesso ad una serie di funzioni e di strumenti che ti permetteranno di analizzare il tuo sito per poi permetterti di migliorarlo.

  • il controllo URL per forzare l’indicizzazione e trovare errori o problemi che impediscono al motore di ricerca di indicizzazione correttamente;
  • i risultati di ricerca per monitorare click e le impression del pubblico (le volte che il sito appare nei risultati di ricerca stessi);
  • la copertura ti permette di monitorare le pagine con errore 404, soft 404, pagine bloccate;
  • il sitemap.xml ti permette di indicizzare il sito in automatico e con buoni risultati con pochi semplici passaggi: crea la sitemap del sito, copia l’URL nella search console nella sezione specifica aggiungendo l’indirizzo e conferma attendendo il risultato del motore di ricerca;
  • eliminazione della pagina da Google per cancellare le pagine vecchie dal motore di ricerca subito o momentaneamente; 
  • miglioramenti dell’usabilità dove vengono date tre linee di valutazione: scadenti, richiedono miglioramenti e ottimi;
  • sicurezza e azioni manuali per controllare problemi di sicurezza del sito e penalizzazioni in caso di azioni che non vengono contemplate da Google (spam,abuso di link,ecc);
  • link interni ed esterni in liste complete per vedere tutti i collegamenti presenti. 

Che tu sia un principiante o un esperto SEO questo strumento di Google potrà affiancare te e la tua attività nella scalata dei risultati di ricerca. Affinché il tuo sito risulti veramente perfetto dovrai raggiungere questo obiettivo e adesso hai a disposizione un tool che può spingerti a farlo. Non ti resta che iniziare, magari partendo dai corsi e dalle guide che lo stesso Google offre.