Ecco alcuni consigli pratici per il content marketing in WordPress

Ecco alcuni consigli pratici per il content marketing in  WordPress

18 Febbraio 2022 By daniele

Vista l’ultima statistica che vede il 22% dei siti web negli Stati Uniti realizzati con WordPress, forse è meglio apprendere alcuni trucchi per ottimizzare al meglio questo CMS e aiutare il proprio sito a scalare i ranking di ricerca.

Il primo passo per ottimizzare i tuoi contenuti web è esaminare il comportamento dei visitatori in modo da poter basare le proprie strategie su di esso. Le domande da porsi sono:

  • Cosa fanno e cosa hanno fatto i visitatori nel sito web?
  • Perché assumono determinati comportamenti?

Una volta scoperte queste informazioni, puoi sfruttare i seguenti plugin di WordPress per aiutarti a ottimizzare i tuoi contenuti.

È una buona idea scoprire quali categorie suscitano più interessi nei tuoi visitatori. Yoast ha un eccellente plug-in di analisi per WordPress che, tra le altre cose, ti consente di vedere le visualizzazioni di pagina per categoria. Una volta analizzate, puoi pubblicizzare meglio i contenuti analizzati aggiungendoli magari ai menù a tendina o posizionandoli in evidenza all’interno del tuo sito web.

Includi dei link interni studiati e in modo intelligente

Cerca di scoprire tramite alcuni tools (Es: Google Analytics) quali sono i termini di ricerca che vanno per la maggiore tra i tuoi visitatori. Una volta che sai quali sono questi termini, includi i link pertinenti all’interno dei tuoi post. Quindi è assolutamente incoraggiato l’utilizzo di link interni ai propri post in modo da ottenere maggiori risultati.

Fai rivivere i tuoi vecchi post in base alle preferenze dei visitatori

È una buona idea mettere in evidenza contenuti che siano pertinenti in quanto potrebbero essere diversi da quelli presenti nella sezione “ultimi post”. Per trovare i post da mettere in evidenza, rivedi le tue analisi per capire cosa desiderano i visitatori.

Un ottimo plugin per questo è MaxRef Widget(s), che sta per massimo riferimento al contenuto. Puoi posizionarlo in tutte le parti di cui hai bisogno, ma ti suggerisco di includerne uno nel piè di pagina per coinvolgere nuovamente i visitatori che sono passati in fondo a una pagina e stanno pensando di andarsene.